Il fuoco

Quando il fuoco è amico, il suo calore trasforma i cibi,  otteniamo così croste croccanti e scure, assaporiamo sapori intensi e gradevoli.

 

farina 2

Ecco è questo il fine del nostro lavoro.

Il fuoco irradia direttamente il contenitore all’interno del quale si trova il caffè. Il fuoco asciuga prima i chicchi, poi impone loro di cambiare del colore e struttura gli aromi, (pirolisi degli zuccheri – reazione di Maillard).

Abbiamo scelto però il metodo più difficile, il fuoco diretto. Il fuoco diretto è una forza magnifica ma difficile da controllare, è solo con il fuoco diretto però che la cottura del caffè sviluppa tutti gli aromi fondamentali del caffè. Sta solo nella nostra abilità evitare i difetti ed i rischi intrinsechi a questa lavorazione(shorking, baked flavour).

Le miscele o i monorigine cotti a fuoco diretto e col legno custodiscono aromi straordinari pronti ad esplodere nella tua tazza, lasciandoti in compagnia di un retrogusto, quanto mai intenso e pulito.

La torrefazione a legna

Un solo aspetto è unico nella filiera del caffè: la torrefazione a legna
Il torrefattore è un artigiano insostituibile; il suo occhio decide il momento giusto e ogni artigiano ha il suo personale modo di vedere. Il legno essiccato almeno un anno aggiunge un peculiare aroma e una fragranza sempre diversa. 


Coffee Cup icon64Il nostro caffè è unico per il Tuo momento di benessere.
Stefano "il Tostatore".